E’ caratterizzato da massicce corna, presenti sia nel maschio che nella femmina. I Watussi, come molte tribù dell’Africa, pratica l’allevamento di questi animali a scopo di culto, senza fini economici. Questi bovini vengono allevati e vigilati con la massima cura e sono scarsamente utilizzati per la loro carne: in alcuni casi vengono sfruttati per il latte, per i salassi di sangue e per i loro escrementi usati come combustibile. Il bue dei Watussi ha uno splendido mantello lucido, dal pelo corto e raso. Le corna sono perenni e crescono di anno in anno. La loro circonferenza alla base può raggiungere il mezzo metro di diametro e la lunghezza di ogni corno può superare il metro.