In passato un sinonimo scientifico dell’ Ara militaris era Psittacus militaris, nomenclatura oggi quasi completamente in disuso.

La specie si divide in tre sottospecie o razze, nessuna delle quali estinta.

Mostrano tutte una prevalenza monocromatica del piumaggio a trama di Dyck verde militare, definito da alcuni anche verde sauro; quello che può cambiare è la brillantezza del colore, la dimensione dell’uccello, o qualche altro carattere morfologico.

L’ Ara militaris boliviana, scoperta dal biologo francese Georges-Louis Leclerc conte di Buffon, nel lontano 1741, durante alcune sue spedizioni in Sudamerica è una razza o sottospecie della buona specie Ara militaris; viene chiamata Ara boliviana Militare in italiano, Bolivian military Macaw in inglese, e Kleiner Bolivianischer Soldatenara in tedesco.

Come s’intuisce dal nome, è autoctona della Bolivia, infatti la si ritrova nelle sudest della Bolivia, ma anche a est delle Ande e a nord di Salta in Argentina, dove frequenta la foresta pluviale, senza disdegnare savane e praterie fino alle foreste costiere.

L’ Ara militaris mexicana ( da alcuni autori chiamata anche Ara di Buffon ) è la seconda razza, scoperta sempre da Georges-Louis Leclerc conte di Buffon nel 1750, detta in italiano Ara militare messicana, in inglese Mexican military Macaw e in tedesco Kleiner Mexikanischer Soldatenara.

Si trova, ancora oggi, nel Messico centrale e a sudest della regione di Sonora, a sudovest di Chihuahua fino a Tehuantepec e a sud di Nuevo Leon come a sud di Tamaulipas.

Infine l’ultima razza, l’ Ara militaris militaris fu scoperta e descritta dal biologo anglosassone P.J. Selby, che ci ha lasciato dei precisi disegni sulla sua opera "Illustration of Ornithology" del 1828.

E’ zoogeograficamente localizzata in Perù, nelle regioni Lambayeque e Cajamarca, dal nordest dell’Ecuador alla Guajira in Colombia e nello Zuilia a nordovest della Colombia.