Il casuario dall'elmo è, dopo lo struzzo, il più grande uccello attualmente vivente. Può raggiungere un'altezza di 190 cm e il peso di 85 kg, anche se di solito è alto fra 125 e 170 cm. Le femmine sono più grandi (e più brillantemente colorate) dei maschi: il loro peso medio è di 58 kg, mentre quello dei secondi è compreso fra 29 e 34 kg. Il piumaggio è piuttosto ispido, di un colore nerastro o bruno scuro: una specie di elmo bruno sovrasta la testa, che è azzurra come gran parte del collo. Due bargigli rosso vivo pendono dinanzi alla gola. I giovani hanno invece il piumaggio marrone striato. Le ali sono corte e deboli, per cui questo Uccello, come lo struzzo e gli emù, è del tutto incapace di volare. Le zampe sono invece molto robuste e hanno solo tre dita, provviste di robustissime unghie, lunghe fino a 12,5 cm nel dito interno. Nella corsa questo casuario può raggiungere i 50 km/h ed è anche un buon nuotatore e saltatore. È presente in alcune isole indonesiane (Aru e Seram), in Nuova Guinea e in Australia nord-orientale, dove può spingersi fino a 1100 m di quota. È un tipico abitatore di foreste pluviali tropicali: si nutre soprattutto di frutti caduti al suolo (inclusi alcuni tossici per gran parte degli altri animali), ma la sua dieta comprende anche funghi, fiori, semi, chiocciole, piccoli Vertebrati e insetti. Dato che gran parte dei semi dei frutti passano senza danni nel suo canale alimentare, il casuario ha un importantissimo ruolo nella dispersione dei semi stessi e quindi nel mantenimento dell'ambiente forestale. Di regola, se si eccettua il periodo riproduttivo, è un animale solitario. La stagione degli amori ha luogo in inverno e primavera. La costruzione del nido è effettuata dal maschio: si tratta di una piattaforma di erbe e altri materiali vegetali di circa un metro di diametro e alta 5-10 cm adagiata direttamente sul suolo. Le uova deposte da ciascuna femmina sono 3 o 4, misurano circa 14 X 9 cm e hanno la superficie granulosa: appena deposte sono di un brillante verde pisello, ma poi tendono a scolorire con il passare del tempo. La cova, che dura circa 50 giorni, è effettuata dal solo maschio, che si prende anche cura dei figli fino a che non raggiungono l'indipendenza, ciò che avviene attorno a 9 mesi di età. La femmina, durante il periodo della cova, va invece alla ricerca di nuovi partners e può accoppiarsi fino a 3 volte per stagione. Se provocato o minacciato, un adulto è capace di uccidere un cane o un uomo con un colpo dei suoi robustissimi artigli. Il casuario dall'elmo è una specie in notevole diminuzione, soprattutto per il taglio e l'alterazione delle foreste in cui vive, la caccia, la mortalità sulle strade e la distruzione delle covate da parte di vari animali selvatici e domestici: si stima che non ne sopravvivano più di 10.000-20.000 esemplari.