Questa colomba in miniatura misura appena 19-22 centimetri e si adatta particolarmente bene all’allevamento in cattività dimostrandosi poco esigente. È comunque consigliabile tenerla in voliera piuttosto che in gabbia, dove la femmina può deporre ugualmente le uova senza però covarle o senza allevare i piccoli nati. Questa specie si è perfettamente adattata al clima europeo, tanto che può trascorrere l'inverno in una voliera all'aperto, purché protetta dalle correnti d'aria e dall'eccessiva umidità In una voliera popolata da piccoli cespugli la colomba diamante nidifica molto volentieri; questa specie è spesso utilizzata per l'incubazione delle uova di specie di Columbidi più rare e più restie a riprodursi. Il maschio in amore è particolarmente ardente; durante la parata nuziale si inchina parecchie volte davanti alla femmina raddrizzando contemporaneamente in verticale le penne della coda spiegate a ventaglio. Dopo l' accoppiamento gli uccelli costruiscono un nido naturale in mezzo a foglie e rami, oppure utilizzano un nido artificiale ( un piccolo paniere o una cassetta) posto a loro disposizione. Come materiale per costruire il nido la colomba diamante preferisce i rametti secchi, il fieno e la paglia.