Sono i mammut del mondo delle oche! Il loro aspetto è imponente con un petto molto sviluppato ed un enorme chiglia che, assieme ai doppi sacchi ventrali, tocca il suolo. Questa massa enorme rende la Tolosa un oca adatta per i piccoli giardini perché poco attiva, di carattere tranquillo e appena aggressivo. E' una razza molto delicata, non adatta agli appassionati neofiti; riuscire ad ottenere degli esemplari perfetti è un compito assai rischioso e complesso! L'oca di Tolosa ha un accrescimento molto lento e impiega due anni per raggiungere lo sviluppo completo, mentre nella maggior parte delle altre razze di taglia decisamente più piccola, il raggiungimento dello sviluppo avviene già intorno ai 4 mesi; vi è in questo una notevole differenza!

L' oca di Tolosa ha origine nel nord della Garona in Francia, nelle ampie valli del fiume della Garona e dei suoi affluenti; furono e sono le oche più popolari nelle province di quella zona e Tarn e Gers sono altre località delle più celeberrime nella selezione dell' oca di Tolosa. Il fulcro di quelle antiche regioni è l' antica città di Tolosa e già nel XV secolo l'oca di Tolosa era famosa e rinomata in relazione al paté de foies gras. Un fegato che una volta terminato l' ingrasso forzato, raggiunge il chilogrammo di peso e oltre! Le prime Tolosa vennero esportate in Inghilterra e America, utilizzando un antica rotta di esportazione che veniva impiegata da diversi secoli per ogni sorta di trasporto marittimo. Dalla città di Tolosa, le oche venivano trasportate in nave attraverso il canale di Midi fino a Marsiglia.