Oca Romagnola

 

Descrizione

L’oca italiana, detta anche “oca romagnola” o “oca romana”, è il nome ufficiale di una razza di oca, così denominata dallo standard italiano razze avicole nel 1996.

La razza è caratterizzata dal piumaggio bianco. Il maschio pesa circa 4–5 kg ed è abbastanza aggressivo, in particolare nel periodo primaverile, quando le femmine inizieranno a deporre uova; la femmina pesa circa 6 kg ed è in grado di produrre tra le 25-35 uova ogni anno. Un uovo impiega 28-30 giorni per l’incubazione.[1]

L’Oca Romagnola è gregaria, vive in colonie e spesso instaura un legame ottimo con tutti gli altri animali da cortile. Come le altre Oche da Cortile è munita di grandi ali ma poco utilizzate se non in caso di forte pericolo. Specie onnivora adora semi, bacche, tuberi e granaglie; molto importante soprattutto in primavera è il pascolo che le permette di raggiungere una condizione ottimale in vista delle cove. Un altro alimento di cui va ghiotta è il pane che intriso di acqua bollente da origine ad un impasto delizioso importante anche per lo svezzamento dei piccoli

L’Oca Romagnola depone moltissime uova durante la primavera; quest’ultime di medie dimensioni e con una forma rotonda sono bianche e la femmina riesce a covare sino a 30/32 uova contemporaneamente. Non esiste dimorfismo sessuale tra i membri della coppia. Il maschio risulta comunque più imponente e con un timbro di voce acuto e stridulo. Entrambi presentano un piumaggio bianco latte, gli occhi azzurri e il becco e le zampe di colore arancione acceso.

La femmina di Oca Romagnola come del resto anche la femmina di Oca Cignoide viene utilizzata nell’Allevamento Poggio di Ponte come balia per covare uova di altre specie molto più difficili e pregiate. Definita anche Oca da reddito è caratteristica per una carne davvero deliziosa. L’Oca Romagnola oltre ad avere il primato nella deposizione annuale di uova, viene denominata dallo standard Italiano delle Razze Avicole del 1996 con il nome di “Oca Italiana”, mentre è conosciuta in tutto il mondo con il nome di Oca di Roma attribuito dagli avicoltori spagnoli di Barcellona moltissimi secoli fa.

  • ID: 14570
  • Visite: 34
Chiama ora
Acquista Biglietti
Mappa
Facebook
Instagram